Raccordi in PP

I raccordi in Polipropilene sono compatibili al contatto con i liquidi alimentari secondo il Regolamento UE n.10/2011 e regolamento CE 1935/2004 per prodotti alimentari acquosi non acidi, compreso acqua potabile in qualsiasi condizione di tempo e temperature inferiori a 40 °C.
Cadmio, piombo, mercurio e cromo non entrano nella composizione chimica delle materie prime da noi abitualmente utilizzate.
Gli articoli in PP non resistono all’ozono.
Si può applicare uno strato di teflon in nastro o un sigillante per materie plastiche.
Si può applicare uno strato di teflon in nastro o liquido, canapa o un sigillante per materie plastiche
Il PA 66 è più resistente alle alte temperature, presenta minori deformazioni all’aumento della temperatura, ha una miglior resistenza meccanica ed una maggior rigidità e durezza rispetto al PP.Il PP ha una maggior resistenza all’usura ed una minor fragilità ( > allungamento e > resistenza all’impatto) rispetto al PA 66.
Contiene dei cloruri (è un polimero clorurato). La temperatura massima d’impiego è 60°C. La pressione massima d’esercizio è 15 bar.
.Si consiglia di rispettare i tempi indicati sul catalogo tecnico, in quanto se il tempo di fusione è superiore a quello indicato, si può deteriorare il materiale ed inoltre si ostruisce in modo eccessivo il foro di passaggio del raccordo, in quanto si ha un eccesso di materiale fuso. Viceversa, se il tempo è inferiore rispetto a quello indicato nella tabella, non si ha una buona giunzione tra i tubo e raccordo in quanto il materiali non ha raggiunto un’adeguata fusione.